logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

La Valle Agordina

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Aprile  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             

News

Errore caricamento immagine.

Variante N. 1 al Piano degli Interventi


Avviso per presentazione proposte di intervento

Si informa che l’Amministrazione comunale, in vista della redazione del Piano degli Interventi, che andrà a sostituire integralmente il vigente Piano Regolatore Generale, intende raccogliere dai cittadini e dagli interessati delle “manifestazioni di interesse” sia in ordine all’esecuzione di interventi privati (o in convenzione pubblico-privato) che relativamente alla previsione di opere ed iniziative di interesse pubblico.

 

A tale scopo è stato predisposto apposito bando pubblico per consentire agli interessati di presentare proposte all’Amministrazione per la stesura della prima variante al P.I.

 

Le proposte da presentare potranno essere finalizzate:

  • al soddisfacimento dei bisogni di "prima casa" di abitazione;

  • alla rigenerazione urbana, al recupero dei fabbricati nei centri storici, e di quelli a valenza sociale;

  • all'ottimizzazione ed all’incremento dell’offerta di ricettività turistica;

  • alla ricucitura e addizione puntuale delle aree urbanizzate esistenti attraverso soluzioni che privilegino un assetto edificatorio coordinato rispetto alle reti di urbanizzazione ed agli standard;

  • alla creazione di impianti e/o strutture per la pratica sportiva e/o ricreativa.

 

Si precisa che, trascorsi cinque anni dall’entrata in vigore della variante al P.I., decadono le previsioni relative alle aree di trasformazione o espansione soggette a strumenti attuativi non approvati, a nuove infrastrutture e ad aree per servizi per le quali non siano stati approvati i relativi progetti esecutivi, nonché i vincoli preordinati all’esproprio di cui all’art. 34 della L.R. n. 11/2004.

 

A titolo meramente esemplificativo, si riportano alcuni interventi possibili oggetto di proposta di intervento:

  • interventi di recupero di edifici di interesse storico-architettonico (con eventuale modifica del grado di protezione) qualora compatibili con la tutela degli immobili stessi;

  • interventi di nuova costruzione interni al perimetro dell’urbanizzazione consolidata” prevista dal P.A.T. o comunque all’interno dei relativi margini di ridefinizione;

  • interventi di ampliamento o cambio di destinazione d’uso degli edifici esistenti;

  • interventi di demolizione e ricostruzione con o senza ampliamenti volumetrici e cambi di destinazione d’uso;

  • proposte di accordo pubblico-privato ai sensi dell’art. 6 della L.R. 11/2004;

  • interventi relativi al territorio agricolo (nuova costruzione/ampliamento di annessi rustici, cambio di destinazione d’uso di edifici esistenti, proposte di realizzazione di malghe, rifugi, volumi di servizio pubblico o turistico);

  • interventi su elementi o volumi degradati o incongrui con la richiesta di applicazione del credito edilizio;

  • interventi previsti dai Piani di Intervento a Coordinamento Tematico del P.A.T. relativi alla ricettività (B&B, albergo diffuso, agriturismo, altre strutture turistico/ricettive) e ad iniziative connesse al programma Giovanni Paolo I° (religiose, turistiche, artigianali ecc.).

 

Possono essere altresì segnalati, attraverso le “manifestazioni di interesse”, interventi suggeriti all’Amministrazione stessa per la realizzazione di opere e attrezzature di servizio pubblico quali, a titolo di esempio, interventi sulla viabilità, aree a parcheggio, aree a parco, sportivo/ricreative, destinazioni d’uso di edifici pubblici o di suggerita acquisizione pubblica, interventi di arredo urbano, interventi di recupero ambientale, ecc.

 

Le richieste di manifestazione di interesse devono essere trasmesse entro il giorno 20 aprile 2016.

 

Si informa che l'Amministrazione Comunale potrà procedere a specifiche audizioni dei proponenti al fine di una miglior comprensione delle proposte trasmesse ai sensi del presente avviso, nonché richiedere ulteriore documentazione integrativa a scopo di approfondimento o variazione della proposta originaria.

 

La mancata rispondenza della proposta del soggetto richiedente alla normativa di materia (art. 6 della L.R. 11/2004), alla disciplina del P.A.T. e ai relativi criteri e modalità applicative, come esplicitati nel presente avviso, condurrà ad una valutazione negativa della proposta stessa.

 

Tutte le proposte pervenute verranno esaminate, anche se esse non assumono carattere vincolante per il Comune, precisando che l'Amministrazione Comunale non è tenuta in nessun modo a dare necessariamente seguito ad attività istruttorie e conseguenti adempimenti amministrativi.

Allegati

Data ultimo aggiornamento: 21/03/2016
Via Chiesa, 1 - 32020 LA VALLE AGORDINA (BL)
P.Iva IT 00103270252
E-mail: la.valle@agordino.bl.it ---- PEC: comune.lavalleagordina.bl@pecveneto.it (solo da altra PEC)